WELFARE STUDI PROFESSIONALI NEWS

Formazione continua sempre più centrale nel welfare contrattuale

Più opportunità per gli Studi professionali

Nell’anno 2018 Fondoprofessioni ha approvato quasi 3.000 piani formativi che hanno coinvolto migliaia di Studi professionali aderenti al Fondo, per un totale di oltre 11 milioni di euro.

Il 2019 si è aperto, intanto, con alcune importanti novità, come la semplificazione della richiesta di contributo sugli Avvisi a catalogo. E proprio tramite l’Avviso a catalogo 02/18 gli Studi professionali interessati, una volta espressa l’adesione al Fondo, possono finanziare la formazione dei propri dipendenti, scegliendo i corsi di proprio interesse, tra centinaia di attività programmate.

L’Avviso in questione, pubblicato sul sito www.fondoprofessioni.it, prevede il rimborso allo Studio dell’80% della quota di partecipazione sostenuta presso l’Ente organizzatore del corso a catalogo scelto.

Gli Avvisi di Fondoprofessioni favoriscono la formazione continua negli Studi professionali, garantendo semplicità di accesso ai finanziamenti disponibili.

La formazione continua è sempre più centrale nell’ambito del welfare contrattuale, non solo grazie all’attività di Fondoprofessioni, ma anche in conseguenza delle iniziative sinergiche promosse dal Sistema bilaterale di settore. A tal proposito, Ebipro, tramite una procedura semplificata, rimborsa agli Studi professionali il 60% della quota di partecipazione ai corsi in materia di salute e sicurezza, privacy e antiriciclaggio, accreditati a catalogo presso Fondoprofessioni. Questa opportunità è riservata a coloro i quali applicano il CCNL degli Studi professionali e aderiscono alla bilateralità. Inoltre, qualora lo Studio sia aderente anche a Fondoprofessioni, oltre che a Cadiprof ed Ebipro, il rimborso erogabile dall’Ente bilaterale sale all’80%.

L’adesione a Fondoprofessioni è gratuita e può essere espressa dal professionista che gestisce le buste paga, per conto dello Studio professionale, tramite il modello Uniemens. Una volta espressa l’adesione è possibile accedere, su bisogno, alle risorse stanziate per la formazione continua e alle opportunità previste.

Sono allo studio ulteriori iniziative congiunte degli Enti del sistema di welfare di settore, che garantiscano condizioni sempre più favorevoli e servizi efficienti a coloro i quali applicano il CCNL degli Studi professionali e aderiscono all’intera bilateralità.