WELFARE STUDI PROFESSIONALI NEWS

Diritto allo studio e welfare: le novità.

Termini riaperti per avanzare le richieste di rimborso relative alle tasse universitarie e alle attività sportive.

I lavoratori dipendenti degli studi professionali, in regola con l’iscrizione e la contribuzione alla bilateralità (Cadiprof ed Ebipro) da almeno sei mesi, possono richiedere:

  • – fino al 31 agosto del corrente anno, il rimborso delle spese sostenute per il versamento delle tasse universitarie relative all’anno accademico 2020/21;
  • – dal primo marzo al 31 agosto del corrente anno, il rimborso delle spese sostenute per l’esercizio di attività sportive, allegando documentazione fiscale emessa nel corso del 2020.

Per entrambi i servizi la prestazione, erogata da Ebipro, è pari al 50% della spesa sostenuta con un limite massimo di 500 euro annue, con facoltà riconosciuta all’iscritto di cumulare nella medesima domanda spese sostenute sia a titolo personale che per i figli a carico.

Per informazioni di maggior dettaglio inerenti ai requisiti di accesso ai contributi e alle corrette modalità di presentazione delle domande, si rimanda ai Regolamenti di pertinenza, pubblicati nella pagina dedicata ai Servizi del sito dell’Ente (www.ebipro.it), rispettivamente nelle sezioni “Tasse universitarie” e “Attività sportive”.

Termini in scadenza per avanzare le richieste di rimborso delle spese per i libri di testo

I lavoratori dipendenti dagli studi professionali in regola con le iscrizioni ad Ebipro e Cadiprof da almeno sei mesi possono richiedere fino al 15-3-2021 (per l’anno scolastico 2020/21) il rimborso di parte delle spese sostenute per l’acquisto dei libri di testo scolastici per i figli frequentanti la scuola primaria e secondaria.

La prestazione viene erogata da Ebipro ed è pari all’80% della spesa sostenuta con un limite massimo di 200 euro annue con facoltà riconosciuta all’iscritto di cumulare nella medesima domanda spese sostenute per più figli a carico.

Ti ricordiamo che Ebipro già sostiene il diritto allo studio dei lavoratori attraverso il rimborso al datore di lavoro di parte della retribuzione derivante dalla concessione dei permessi studio.

Per saperne di più clicca qui

TAGS > , ,